Sostienici ora

Con una donazione o diventando socio

Con bollettino postale: c/c postale n. 99741712
Intestato a: Ass.ne Salviamo gli Orsi della Luna
Causale: Donazione Libera (o nome Campagna in corso alla quale si intende aderire).

Scarica qui il bollettino in pdf 

 

 

 

 

Bonifico: IBAN IT31R0760103200000099741712
Intestato a: Ass.ne Salviamo gli Orsi della Luna
Causale: Donazione Libera (o nome Campagna in corso alla quale si intende aderire).

Bonifico dall’Estero: IBAN IT33R0760102400000099741712
CODICE BIC/SWIFT: BPPIITRRXXX

On line:

DIVENTA SOCIO

Utilizza gli estremi sopra indicati e metti come causale “Quota associativa”. La tessera ha validità annuale, decorre dal mese di iscrizione e sarà spedita a nome e all’indirizzo indicato sul bollettino o in causale/ordinante del bonifico.

Quote associative:

€ 5 Socio Junior (fino ai 16 anni)
€ 10 Socio Ordinario
€ 25 Socio Sostenitore
€ 60 Socio Famiglia
€ 100 Socio Benemerito
da € 250 Socio Straordinario

N.B. Anche le quote associative sono finalizzate interamente al raggiungimento della Campagna in corso.

condividi su

24 thoughts on “Sostienici ora

  • 29 settembre 2015 at 14:42
    Permalink

    io ho solo 12 anni ma sono un ambientalista nn del tipo quelli vegetariani ma penso che nn bisogna iquinare e nemmeno fare questo agli animali per i soldi
    a voltegli esseri umani sanno essere davvero spregevoli nn solo con gli animali ma anchecon gli stessi uomini
    io da sola nn posso fare nt ma l’unione fa la forza

    Reply
  • 27 marzo 2015 at 10:01
    Permalink

    Ciao, grazie di quello che fate, vi ho appena fatto una piccola donazione. un abbraccio

    Reply
  • 21 novembre 2012 at 00:24
    Permalink

    Non riesco a togliermi dalla mente gli occhi di quei poveri animali e il pensiero che nessuna autorità possa fare qualcosa per porre fine a quelle “atrocità legalizzate”mi riempie di rabbia. Nel mio piccolo ci sono, voglio dare il mio contributo che insieme a quello prezioso di tutti coloro che da sempre sono in prima fila e a quello altrettanto prezioso di tutti coloro che verranno, può fare la differenza. Desidero diventare vostra socia e in questi giorni verrò volentieri presso la vostra sede di Bologna. Grazie e un abbraccio

    Reply
  • 20 novembre 2012 at 20:51
    Permalink

    amico orso,perdonaci.

    Reply
  • 18 novembre 2012 at 18:26
    Permalink

    non posso pensare che l’uomo possa arrivare a tanto….come si può fare soffrire tanto un animale….. io credo in Dio e credo che un giorno ci sara un giudizio per tutti. Un angelo ti ha mandata Cara Jill ,per salvare questi poveri orsi da tutte quelle atrocità.
    Che Dio ti benedica, io darò un piccolo aiuto e credo che saremo in tanti a farlo….
    grazie per tutto quello che fate.

    Reply
  • 18 novembre 2012 at 18:23
    Permalink

    Oggi,domenica 18 novembre ho assistito alla trasmissione condotta da Licia Colò “alle falde del Kilimangiaro” nella quale ha presentato Jll Robinson e sono rimasta atterrita poichè alla mia veneranda età non ero a conoscenza di una simile barbarie perpetrata ai danni di animali innocenti seviziati e torturati:Pertanto ringrazio RAI 3 per essere informata ma voglio al contempo rappresentare il mio sdegno verso tutto il popolo cinese che ha molta storia da vantare ma altrettanta ignoranza e tradizioni sbagliate che perpetra e mi chiedo come si possa fare per indurre il popolo attraverso la divulgazione mondiale, su internet di non acquistare più i prodotti aventi come ingrediente la bile dei poveri orsi: Mi farò per quello che mi è possibile portatrice d’informazione per coloro che non hanno visto il servizio di RAI 3: Inoltre mi iscriverò come socio sostenitore della V/ benemerita iniziativa:Scusate il mio dilungarmi ma sono troppo sconvolta e disgustata. Porgo distinti saluti e Vi prego farmi conoscere gli sviluppi attraverso e-mail:Vi ringrazio anticipatamente.

    Reply
  • 18 novembre 2012 at 18:06
    Permalink

    cio che ho visto mi ha semplicemente scosso spero che con l’aiuto di tutti riusciremo a bloccare tale bestialita

    Reply
  • 18 novembre 2012 at 17:44
    Permalink

    Sono troppo scossa da quello che ho visto a “alle falde del Kilimangiaro” per poter scrivere qualcosa che non possa” urtare” nessuno ma, non posso fare a meno di pensare che il popolo cinese (e non solo loro), nel suo cammino verso il progresso non voglia finalmente liberarsi di certe credenze che portano alla tortura di parecchie specie di animali. Vorrei firmare la petizione ma non riesco a trovare il sito giusto.

    Reply
  • 18 novembre 2012 at 17:01
    Permalink

    Complimenti a Jill Robinson e a quanti la seguono in questa crociata contro tali inaccettabili barbarie. Continuate con la stessa tenacia…..in un mondo dove ancora esistono tali incredibili cattiverie e brutalità, rappresentate la speranza dell’umanità !!!

    Reply
  • 18 novembre 2012 at 16:53
    Permalink

    Le atrocità che si compiono ancora oggi sono allucinanti.La cosa ancora più triste è la totale inutilità di questi trattamenti date le alternative.L’unica consolazione è che esistono persone che si impegnano per fermare questo massacro.Mi impegnerò anch’io a sostenervi e a diffondere la triste notizia…

    Reply
  • 18 novembre 2012 at 16:31
    Permalink

    Ho appena appreso, seguendo la trasmissione Kilimangiaro, delle atrocità inferte a quegli orsi. Sono incredulo, allibito, sgomento… ho il cuore colmo di rabbia e commozione……
    Non è possibile che nel 2012 siano consentite tali barbarie ; in nessuna parte del mondo, nessun regime, che possa definirsi ” civile”, può permettere simili torture a nessun essere vivente !!! In questo momento di grande sconforto e tristezza , mi rincuora una sola speranza, un solo pensiero…… che esistono persone come Jill Robinson, veri e propri angeli mandati quaggiù da nostro Signore !!!!!

    Reply
  • 18 novembre 2012 at 15:59
    Permalink

    grazie alle persone che combattono x gli orsi luna ste turture finiranno io lo spero tanto veramente vedere quelle imagini dulla TV mi anno fatto emozionare molto e mi ha fatto riflettere quanto le persone possano essere crudeli …cerchero di aiutare il possibile nel mio piccolo……continuate cosi con tutto l`impegnio e forza x aiutare questi dolci animali ….^^

    Reply
  • 18 novembre 2012 at 15:53
    Permalink

    come posso aiutarvi? non andrò mai in un paese che pratica simili atrocità:
    spero che altri la pensino come me. Vorrei che le autorità cinesi sapessero
    il disgusto che suscitano in noi.

    Reply
    • 22 novembre 2012 at 16:06
      Permalink

      Salviamo gli Orsi della Luna è un’Associazione culturale no profit che opera principalmente a Bologna, (dove ha sede), e nel territorio circostante.
      Per chi non desidera aderire alle attività, ma partecipare ai nostri progetti, può farlo in diversi modi, come indicato qui nel nostro sito, associandosi, sostenendo lo showroom ecc.
      Salviamo gli orsi della luna, versa periodicamente le somme finalizzate agli obiettivi che si è data direttamente ad Animals Asia Foundation internazionale.
      Le “raccolte collettive” ci consentono di raggiungere risultati importanti che a livello individuale sarebbero proibitivi per molti di noi ,come l’adozione di un orso o l’acquisto di un macchinario medico.
      Per chi intenda effettuare attività di volontariato e si trova lontano dal nostro territorio è consigliabile contattare Animals Asia Foundation Italia (sede Genova) e informarsi sulla esistenza di gruppi di supporto più vicini al proprio luogo di residenza.

      Grazie mille a tutti per il supporto!

  • 8 novembre 2012 at 20:47
    Permalink

    Io sono a conoscienza delle atrocità che infliggono a questi orsi già da un po di tempo, io la differenza la sto facendo, sono diventata socia e ho dato anche il cinque per mille del 730. Dobbiamo cercare di fare il possibile basta poco aiutiamoli, dipende da noi e non solo delle associazioni l’unione fa la forza perchè finisca tutta questa disumanità verso gli animali indifesi. Un grandissimo ringraziamento a SALVIAMO GLI ORSI DELLA LUNA vi stimo molto di quello che fate per fortuna che ci siete. Viva gli orsi e alla loro libertà ciao a tutti

    Reply
    • 18 novembre 2012 at 15:55
      Permalink

      per donare il 5 x 1000, serve un codice onlus, credo. fatelo sapere, grazie

    • 18 novembre 2012 at 16:02
      Permalink

      sto cercando di fare la donazione on line, ma non riesco.
      illuminatemi. grazie Daniela

  • 6 luglio 2012 at 15:10
    Permalink

    Salve, anch’io, vedendo le immagini su Striscia la notizia prima, poi su internet, son rimasto sconvolto e sbigottito che nessuna autorita’ possa far niente difronte a delle torturte continuate per tutta la vita su dei poveri e bellissimi animali, cerchero di aiutarvi dando il mio piccolo aiuto (economico) ma se potessi far altro lo farei volentieri, siete FORTISSIMI, GRAZIE

    Reply
  • 10 aprile 2012 at 08:06
    Permalink

    Vorrei donare il 5 per mille tramite il 730 è possibile?

    Reply
  • 4 marzo 2012 at 20:59
    Permalink

    quando ho visto le immagini trasmesse alla televisione di quello che fanno in cina agli orsi per prelevare la bile sono scoppiata a piangere disperatamente e la convinzione che alla crudeltà dell’uomo non c’è fine si è ulteriormente rafforzata, e non c’è momento della giornata in cui penso :”in questo momento stanno torturando un orso fino a farlo mpazzire dal dolore “.L’orso che è uno dei simboli della natura selvaggia e fiera , e tutto ciò ,naturalmente solo per l’ingordigia umana del guadagno, possibile che la cina che è stata la culla delle civiltà stia diventando la custode di tutte le atrocità più malvage nei confronti degli animali che anche se forti e fieri come un orso niente possono contro catene e collari di acciaio che li torturano e soprattutto nulla possono contro questi soggetti ,perchè non le repute persone, malvagi e crudeli.Spero che si possa fare qualcosa per la liberazione di questi nobili animali, ma soprattutto spero che la cina oltre a crescere economicamente cresca anche in civiltà e smetta, di considerare tutti gli animali,(cani, scimmie etc.) come carne da macello. Appena posso manderò un contributo alla vostra associazione,ma per favore fate davvero qualcosa, non vorrei che quello che ho letto sul vostro sito fosse solo un altro modo per vendere gadget e non concludere niente.

    Reply
    • 5 marzo 2012 at 11:51
      Permalink

      Cara Nicoletta facciamo il massimo consentito secondo questo ordine:
      Animals Asia Foundation (che non fa qualcosa, ma tutto il possibile da anni ) lotta e tratta con il governo cinese per chiudere definitivamente le fabbriche.
      Noi, come molti altri gruppi europei e mondiali, ci inventiamo l’impossibile per mandare fondi ad Animals Asia Foundation e far sì che abbia sempre più potere mediatico e non solo.
      Altre vie concrete e praticabili non ce ne sono purtroppo.
      Cogliamo l’occasione per ricordare che noi siamo un’associazione no profit basata sul volontariato il cui unico scopo da statuto è devolvere il ricavato per la causa in questione.
      Un abbraccio

  • 27 febbraio 2012 at 17:34
    Permalink

    Grazie agli EROI che hanno iniziato questa missione..oltre all’aiuto economico vorrei sapere se posso fare qualcosa per rendermi utile anche io nel mio piccolo per questa missione… Appena ho visto il video di queste atrocita’ ne ho subito cercati altri e li ho messi su fb per cercare di fare conoscere a piu’ persone questabarbarie..ma vorrei fare molto di piu’..??

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *