“Un comunicato scarno e asettico per sancire il fallimento totale delle istituzioni nella gestione di una vicenda assurda che ha visto come involontaria protagonisti un’Orsa che ha cercato solo di proteggere i suoi cuccioli dalle stupide attenzioni di un intruso. La sventura per Daniza è che tale intruso era un Umano, ed è bastata la sua parola per avviare una caccia spietata all’Orsa che si è conclusa con la sua morte a causa di un tentativo maldestro di cattura.
La Provincia Autonoma di Trento ha dimostrato ciò che vale, come pure il Ministero dell’Ambiente e l’Ispra. Ancora una volta è prevalso il dogma che il rapporto tra Umani ed altri Animali si debba concepire solo attraverso il dominio e il controllo dei primi nei confronti dei secondi. Se una madre umana avesse tentato di proteggere i propri figli avrebbe riscosso un consenso unanime, se a difenderli è una madre non umana, per lei c’è solo il confino o la morte. Ora rimangono solo due giovani Orsi orfani che si spera stiano il più possibile lontano dagli appartenenti alla nostra specie.

Complimenti.”*

*tratto dall’articolo pubblicato su Veganzetta on line “L’Orsa Daniza è stata uccisa” dell’11/09/2014.

condividi su

One thought on “

  • 12 settembre 2014 at 08:01
    Permalink

    Un patrimonio che non si rendono conto di avere.Non andro’piu’in Trentino a fare le vacanze.BASTARDI!!!

    Reply

Rispondi a GIULIANO Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *