Ultimo salvataggio: 2 settimane dopo

A 2 settimane dal salvataggio di mercoledì 9 gennaio 2013 di sei orsi da una fattoria della bile illegale da parte del Sichuan Forestry Department and Animals Asia, quattro di loro hanno completato l’iniziale intervento chirurgico di rimozione della cistifellea, danneggiata ed infetta.

[slideshow id=17]

Particolare attenzione è stata data all’orso soprannominato Sun Li (in onore della nota attrice cinese ambasciatrice di Animals Asia). L’orso soffriva di molteplici problemi: zampe disidratate, denti marci, malnutrizione, artrite e gravi complicazioni alla cistifellea.

La notizia del recupero ha fatto si che l’attrice Sun Li si dirigesse al più presto verso il nostro Santuario per fare in tempo ad assistere al risveglio dell’orso dopo cinque ore di intervento chirurgico di rimozione della cistifellea. La sua visita ha suscitato tanto scalpore in Cina che su Weibo, la versione cinese di Twitter, la notizia della sua visita al centro ha raggiunto un pubblico di molti milioni di persone.

Jill Robinson, fondatrice di Animals Asia Foundation, ha commentato: 

“Gli orsi sono arrivati in uno stato disperato, spaventati e aggressivi e con le ferite tipiche degli orsi salvati dalle fattorie della bile. Cicatrici sul muso causate dal comportamento ripetitivo di battere contro le sbarre, denti quasi totalmente danneggiati nel tentativo di rompere le sbarre della gabbia, zampe in uno stato terribile a causa della cattiva alimentazione e disidratazione e per aver  camminato giorno dopo giorno sul ferro delle sbarre.
E ‘difficile immaginare il dolore con cui hanno convissuto per anni. Ciascuno dei loro disturbi da solo sarebbe stato sufficientemente insopportabile. Dopo l’intervento chirurgico ogni orso salvato inizia  lentamente a riprendersi e la sua personalità iniziare a trasparire. “

Mosso dalla notizia del recupero degli orsi, è arrivato anche l’attore britannico Peter Egan. Anche lui ambasciatore di Animals Asia,
che ha detto:

“E’ la prima visita che faccio ad un santuario di questo genere e la prima volta che sono stato tanto vicino ad un orso – in particolare un orso della luna – e sono allibito per la capacità di perdonare che hanno questi animali terribilmente maltrattati, per la loro curiosità e voglia di vivere.

Tre degli orsi hanno ora i nomi permanenti di Shamrock, Pietro e Xuan Xuan, e gli altri tre sono stati temporaneamente soprannominati Toby, Katie, e Buddha. *

 *testo e foto tratte dal sito di Animals Asia Foundation – art. del 24/01/2013.
 
 
condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *